IoScrittore 2019: i vincitori (assenti)

Ecco finalmente svelati i 10 romanzi vincitori di IoScrittore2019

  • La cometa
  • Dove si nascondono le rondini
  • Lettere da Omsk
  • La Rabbia
  • Dispersi
  • Non piangere, insetto
  • Per tutto il tuo amore
  • Vite capovolte
  • Incarnatio
  • Come il buio per le stelle

Da notare che alla cerimonia di premiazione, svoltasi il 16 novembre alla manifestazione BookCity di Milano, non si è presentato nessuno dei vincitori. Ciò è comprensibile, perché gli organizzatori non li avevano precedentemente avvertiti, invitando invece alla manifestazione tutti i 300 semifinalisti. Non tutti gli aspiranti scrittori sono disposti ad affrontare viaggio e pernottamento a Milano senza avere la certezza di avere vinto.
Tutto questo contribuisce ad alimentare il sospetto che la formula di questo concorso sia ormai obsoleta.

Qui il comunicato stampa degli organizzatori.

Oltre 2800 sono stati i partecipanti di quest’anno.

Il torneo si svolge così:

I fase: ogni partecipante inoltra un estratto di fino a 25 cartelle (incipit) della propria opera.

II fase: ogni partecipante riceve ca. 10 incipit di altri concorrenti, che dovrà valutare entro il 5 giugno. La valutazione deve articolarsi in un giudizio verbale e in 4 voti assegnati secondo criteri prestabiliti (trama, originalità, personaggi, ortografia).

III fase: in base a questi voti vengono selezionate 300 opere, che dovranno essere inoltrate per intero entro il 19 luglio.

IV fase: entro la metà di novembre vengono proclamati 10 finalisti.

Nel bando del 2019 era previsto che il primo classificato avrebbe ricevuto un contratto per la pubblicazione in cartaceo con una delle case editrici del gruppo GeMS, mentre gli altri sarebbero stati pubblicati in e-book .

Nel comunicato del 16 novembre invece gli organizzatori hanno annunciato che sceglieranno le opere da pubblicare non fra i dieci finalisti, ma fra i 300 semifinalisti: una modifica che ha lasciato perplessi molti partecipanti, e sicuramente i vincitori.

Vale la pena partecipare? Sebbene le opinioni siano contrastanti, il torneo presenta alcuni pro: è completamente gratuito, consente di far valutare la propria opera da altri lettori, e di farsi notare dagli addetti delle case editrici del gruppo GeMS, possibilità normalmente preclusa agli scrittori esordienti. È già capitato che autori che avevano passato la prima fase abbiano ricevuto una proposta di pubblicazione, anche senza vincere il torneo.

Per ulteriori informazioni e curiosità sul torneo si rimanda al gruppo Facebook a cui aderiscono molti partecipanti.

Please follow and like us: