IoScrittore 2021: più di 3000 partecipanti

Con una comunicazione informale, gli organizzatori del concorso hanno reso noto che i partecipanti dell’edizione 2021 sono più di 3000.

Per ora è l’unica cosa che sappiamo. La segretezza è tipica di questo torneo: si ricordi che il numero di partecipanti dell’edizione 2020 (oltre 5600) fu reso noto l’anno scorso soltanto al momento della proclamazione dei vincitori, il 13 ottobre 2020. 

La segretezza non riguarda soltanto i partecipanti: anche i nomi dei vincitori vengono resi noti con una certa reticenza. Guardate per esempio come fu proclamata la vittoria di Ilaria Tuti nel 2016

La segretezza è però un motivo per non disperare: è ripetutamente successo che, grazie al torneo, siano stati scoperti e pubblicati autori che non erano entrati in finale. Significa che le scelte editoriali importanti vengono operate in sordina, senza tanta pubblicità.

Il torneo si svolge così:

I fase: ogni partecipante inoltra un estratto di fino a 60.000 battute della propria opera (scadenza: 8 aprile 2021).

II fase: ogni partecipante riceve ca. 10 incipit di altri concorrenti, che dovrà valutare entro il 31 maggio. La valutazione deve articolarsi in un giudizio verbale e in 4 voti assegnati secondo criteri prestabiliti (trama, originalità, personaggi, ortografia).

III fase: in base a questi voti vengono selezionate 400 opere, che dovranno essere inoltrate per intero entro il 15 luglio.

IV fase: entro la metà di novembre vengono proclamati 10 finalisti.

Nel bando del 2021 viene promessa

1) la pubblicazione in ebook e print on demand per i 10 vincitori

2) la pubblicazione in cartaceo con una delle case editrici del gruppo GeMS per uno o più autori fra tutti gli iscritti al torneo.

Fate attenzione alla lettera del punto 2: significa che non sarà necessariamente una delle opere vincitrici a essere pubblicata in cartaceo, ma una o più opere scelte fra tutte quelle iscritte. Praticamente gli organizzatori si riservono di pubblicare a loro piacimento.

Sempre a detta degli organizzatori, sembra che gli editor delle case editrici del gruppo esaminino i primi 50 classificati.

Vale la pena partecipare? Sebbene le opinioni siano contrastanti, il torneo presenta alcuni pro: è completamente gratuito, consente di far valutare la propria opera da altri lettori, e di farsi notare dagli addetti delle case editrici del gruppo GeMS, possibilità normalmente preclusa agli scrittori esordienti. 

Lo svantaggio? Nella fase iniziale verrete valutati dai vostri stessi concorrenti. E i vostri concorrenti avranno la tentazione di stroncare il vostro testo, in particolare se lo ritengono meritevole. Si tratta di un comportamento umano. Per cui dovrete affidarvi alla fortuna di trovare lettori non soltanto competenti, ma anche onesti.

Per ulteriori informazioni e curiosità sul torneo si rimanda al gruppo Facebook a cui aderiscono molti partecipanti.

Click to rate this post!
[Total: 2 Average: 5]
Please follow and like us: