Una scaletta modello

La seguente scaletta non è una gabbia, ma serve a verificare se la vostra storia contiene elementi drammatici essenziali. Per esempio il disturbo scatenante, con cui dovrebbe iniziare qualsiasi storia (anche una storia d’amore)

DenominazioneScopoEsempi
Prologo
(facoltativo)
Serve a creare un’aura di mistero, a lanciare un enigma al lettore, spesso usato nei thriller
• Una scena di violenza, rapimento, morte
• Un resoconto di fatti misteriosi
• una lettera
I atto
Disturbo scatenanteEvento che disturba il mondo ordinario del protagonista e lo spinge ad agire• l’incontro amoroso
• il ritrovamento di un cadavere
• una telefonata
• l’arrivo di qualcuno
• una catastrofe
Scena di simpatiaScena che susciti la simpatia del lettore per il protagonista, di cui vengono mostrati gli aspetti umani, oppure le straordinarie capacità• Cura di un parente disabile
• Ricordo di una moglie morta
• Difesa di un amico
• Una prestazione atletica o professionale
Rifiuto della chiamataResistenza del protagonista a gettarsi nell’avventura • • L’investigatore rifiuta il caso
• L’innamorata si chiude in casa
• L’uomo ordinario vuole farsi i fatti suoi
Guai in arrivoQui possono entrare personaggi minori e si può descrivere la vita normale del protagonista. Ma qualcosa deve anticipare i guai che stanno per travolgere il protagonista• Entrata di un nuovo personaggio
• Un cambiamento atmosferico
• Una premonizione
• Un dialogo che semina tempesta
Passaggio della sogliaQualcosa spinge il protagonista a gettarsi nell’avventura • • Un’urgenza temporale
• Un omicida che può uccidere ancora
• Il tormento dell’amore
II atto
Il primo ostacoloIl protagonista deve superare il primo ostacolo (esteriore o interiore)• Rifiuto amoroso
• Assenza di tracce
• L’omicida colpisce ancora
Raccolta delle forzeScena riflessiva o dialogo sulle possibilita di riuscita. Può intervenire un mentore• una conferenza
• il consiglio di un’amica
• il parere di un esperto
Un colpo bassoIl secondo ostacolo è peggiore del primo• minaccia fisica
• un licenziamento
• Colleghi corrotti
• L’innamorata scopre una rivale
Illuminazione Guardando in sé stesso, il protagonista fa un bilancio delle proprie chance.
Interiore: si accorge che deve superare le proprie debolezze e cambiare
Esteriore: si convince che il nemico è troppo forte e che gli occorrono altre risorse
• Sguardo allo specchio
• Riflessione, monologo interiore
• Anche nel bel mezzo di una scena di azione
Scena di soccorso agli indifesiIl protagonista soccorre una persona più debole
(scena tesa a suscitare l’empatia del lettore)
• L’agente che salva i profughi siriani
• Il soccorso a una partoriente
• L’investigatore che salva un bambino
• Il protagonista che dà i suoi ultimi denari a un bisognoso
Verso la battaglia finaleEvento che rende la battaglia finale inevitabile: una scoperta, un'urgenza o un moto interiore • Salta fuori una nuova pista, una prova, un’informazione
• L’innamorata ci prova ancora
III atto
Il nemico è invincibileQui vengono mostrate le forze crescenti del nemico, o la difficoltà della sfida • Scena di azione in cui il protagonista soccombe
• Sconfitta morale
• La rivale in amore ha la meglio
Tutto è perdutoIl protagonista si trova in una via senza uscita. Sta per perdere tutto• Prigionia, tortura, morte imminente
• Disperazione interiore, solitudine
• Dilemma morale
L’arma segretaIl protagonista ricorre a una risorsa, arma, fede, ispirazione (questo elemento dovrà essere stato anticipato)• Un dispositivo tecnico
• Il ricordo della madre
• la fede in qualcosa
• Un amuleto
• La frase di un mentore
• Un’immagine
• Un monumento
Vittoria finaleGrazie all’arma segreta, il protagonista sconfigge l’antagonista / vince la sfida• Battaglia fisica
• Sesso
• Lotta interiore (mostrarne gli effetti)
• Dialogo risolutivo
Trasformazione e fineScena che mostra il cambiamento del protagonista• Un oggetto da cui il protagonista si separa
• Un dialogo significativo
• Cambiamento nel ritorno alla vita normale
• Ripetizione di una frase iniziale, con senso opposto

I termini “superamento della soglia” o “mentore” sono tratti da un classico di narratologia (C. Vogler: Il viaggio dell’eroe). Qui si ipotizza che qualsiasi storia è come un viaggio: il protagonista, a causa di un evento che irrompe nella sua vita, passa la soglia verso un mondo straordinario, in cui incontra alleati (come il mentore, una persona saggia che lo guida) e nemici. Qui deve superare alcune prove che lo fanno crescere . Grazie a ciò è in grado di sconfiggere i nemici e tornare nel mondo ordinario. Alla fine, l’erore torna a casa dal viaggio, ma è cambiato.