Mappa dell’editoria italiana

L’Associazione Italiana Editori ha pubblicato un’interessante mappa dell’editoria italiana, che contiene molte informazioni probabilmente non note a chi si affaccia al mondo editoriale

Queste informazioni possono essere utili a chi cerca un editore per il proprio manoscritto. Riassumiamole

  • Le grandi case editrici sono connesse fra loro all’interno di gruppi editoriali
  • La microeditoria non compare nella lista
  • Ci sono case editrici (anche note) che non fanno parte dei gruppi

I gruppi editoriali

Si riconoscono dalla mappa e sono elencati a pagina 2 sotto il nome della capogruppo. Ne cito i più importanti per la narrativa

  • Gruppo Mondadori: con Mondadori, Piemme, Rizzoli, Einaudi, Frassinelli, Sperling & Kupfer, Fabbri
  • Gruppo De Agostini: con De Agostini, DeA Planeta, Utet, Libromania
  • Gruppo Giunti: con Giunti e Bompiani
  • Gruppo Mauri Spagnoli: con Longanesi, Garzanti, TEA, Nord, Corbaccio, Bollati Boringhieri, Vallardi, Salani, Ponte alle Grazie, Newton Compton
  • Gruppo GEM: con Marsilio, Sonzogno

Le connessioni presenti all’interno dei gruppi significano che vi basterà entrare in contatto con un operatore di una consociata (editor, agente letterario, direttore di collana) per farvi prendere in considerazione anche dagli altri editori del gruppo.

A questi gruppi si approda normalmente tramite 1) un concorso oppure 2) un agente letterario.

Bazzicate gli agenti e scout letterari (ce ne sono alcuni molto attivi sui social): essi hanno normalmente contatti con tutto il gruppo editoriale

Editori indipendenti

Nella mappa sono elencati editori che non fanno parte di gruppi, ma hanno un nome e un peso nel panorama editoriale italiano. Ne cito soltanto alcuni (rilevanti per la narrativa)

  • Edizioni E/O
  • Fanucci
  • Fazi
  • Tunué
  • Harper Collins Italia
  • La Nave di Teseo
  • Baldini & Castoldi
  • Marcos y Marcos
  • Minumum Fax
  • Morellini
  • NN
  • Nottetempo
  • Nutrimenti
  • Panda
  • Sellerio
  • Mursia
  • Neri Pozza

Per approdare a questi editori occorre contattare direttamente i direttori di collana. Spesso i siti degli editori descrivono le modalità di invio dei manoscritti. Non è raro che i manoscritti vengano accettati soltanto durante certi periodi dell’anno

Editori assenti dalla lista

Se non trovate un editore in questa lista, ciò significa probabilmente che l’editore in questione è un microeditore. In Italia ce ne sono moltissimi: si tratta di editori privi di grande distribuzione. Se fate un contratto con un microeditore, difficilmente il vostro libro arriverà in libreria.

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]